• 3 acconciature pratiche per i capelli lunghi

    Pubblicato il 26/09/2016 nella categoria Capelli

    Il sole, l’aria umida e il sudore possono infatti minarne l’autentica bellezza, quindi chi ama i capelli lunghi deve impiegare qualche sforzo in più per mantenerli belli e sani. Ma c’è una possibilità che i capelli lunghi vantano a confronto con i capelli medi e corti, ovvero possono essere acconciati in tanti modi diversi e permettere a chi li indossa di sfoggiare look diversi ogni giorno. Il segreto per mantenere i capelli lunghi più belli in estate va quindi ricercato nelle acconciature, che non devono mai essere strette ma dolci, accompagnate da prodotti glossy fissanti dalla base idratante e nutriente.

    capelli-lunghi-donna

    Giocando con gli accessori e con la fantasia si possono ottenere dei risultati straordinari, quindi vediamo 3 acconciature must per l’estate, tutte dedicate a chi indossa i capelli lunghi:

    1. La treccia: iniziamo da un’acconciatura semplice, che sa però regalare dei risultati altamente scenografici. La treccia chiede di legare tre parti di capelli fra di loro e quindi di essere fermata alla fine con elastici o forcine. La treccia classica è quella che scende sulla schiena, ma nella storia sono state inventate moltissime varianti di treccia, alcune dedicate a chi ha i capelli molto lunghi, altre più versatili e adatte anche a chi non ha i capelli lunghissimi. La treccia dell’estate si realizza intrecciando la chioma con dolcezza e applicando sulle ciocche un prodotto illuminate. Una volta completata la treccia, la si può arrotolare a sua volta e quindi fermare sulla nuca di lato, con forcine a doppio filo o con un fermaglio di carattere. Se si desidera ottenere un look preciso è possibile pettinare con rigore i capelli sulla fronte e fissare per bene il tutto con un prodotto apposito, mentre per acconciature più semplici basta tenere tutto leggero e lasciare sfilare qualche ciocca di capelli sulla fronte, per un look gipsy molto interessante e perfetto da sfoggiare in spiaggia;
    2. Lo chignon: al pari della treccia, lo chignon è un’acconciatura semplicissima e che può salvare nelle giornate più calde. Anche in questo caso lo chignon può essere teso e realizzato con gli appositi strumenti, oppure lasciato fluire liberamente sulla nuca avendo l’accortezza di sciogliere qualche ciocca sulla fonte. Lo chignon è una delle acconciature più versatili, perché può essere completato con un foulard per ottenere uno stile hippy o con un fiore di stoffa o un fermaglio gioiello per un’occasione speciale;
    3. Il turbante: perfetto per le calde giornate di sole, il mare e la piscina, il turbante può essere realizzato con un foulard a tinta unita o a fantasia. In rete si incontrano molti tutorial che spiegano come eseguire l’acconciatura e nelle giornate più afose il turbante può essere realizzato con stoffa bagnata, una vera e propria goduria per chi soffre il caldo. Il foulard può essere arricciato, fermato sulla nuca o impiegato in associazione a forcine per ottenere un risultato molto sofisticato e che ricorda quello delle dive negli anni ’50, che per non rovinare la lunga chioma non esitavano a coprirla con stoffe colorate e turbanti di ogni fattura.