• Creme multitasking: quando servono davvero

    Pubblicato il 27/06/2016 nella categoria Cosmetici

    Multitasking, milleusi, polifunzionali, tanti sono i nomi che vengono dati a questi cosmetici, che si propongono di aiutare la beauty routine con pochi e mirati gesti, impiegando un unico prodotto per scopi diversi. La richiesta di questi prodotti è in costante ascesa nel mercato internazionale, simbolo che ai millennials servono cosmetici veloci e in grado di rispondere alle esigenze di una vita super frenetica. Ecco quindi nascere creme multitasking per tutti i gusti, che possono essere impiegate sul viso così come sul corpo, ma anche sui capelli per un ritocco dell’ultima ora. Ma quando servono davvero le creme multitasking e a cosa bisogna fare attenzione quando le si acquista?

    Indubbiamente le creme multitasking permettono di condensare in un unico prodotto le richieste di bellezza, alleggerendo quindi la spesa e contando su cosmetici sempre freschi perché impiegati quotidianamente. Non si tratta di un aspetto da sottovalutare, perché è sempre meglio contare su un beauty case minimal e ben organizzato, che su cento prodotti aperti e mai usati.

    creme-multitasking

    La crema multipurpose permette solitamente di idratare, di nutrire la pelle e anche di essere impiegata come tocco di luce da applicare sulle labbra e sugli zigomi se la versione è particolarmente ricca e nutriente. È questo il caso degli oli multitasking di nuova generazione, che possono essere applicati sulle gambe secche, per combattere le smagliature e anche per affinare i segni delle cicatrici. Il merito va ricercato in una composizione ricca e attenta, che mescola estratti fitoterapici leviganti ad oli preziosi dall’alto valore nutritivo. Gli stessi oli possono essere impiegati per illuminare uno chignon e le labbra, ma anche per donare morbidezza al décolleté e per ristorare la pelle arrossata dal sole nelle notti estive. Che dire quindi dell’effetto glossy e dell’impiego sulle sopracciglia, che grazie alla stesura di un velo di crema o di olio appaiono immediatamente più compatte e ordinate.

    Le creme multitasking possono quindi diventare preziose alleate della bellezza femminile, ma un’attenzione particolare va riservata alla loro composizione, che deve essere di estrema qualità. Un prodotto unico va quindi bene, ma la scelta deve essere orientata ai brand che fanno ricerca e che sanno mantenere le promesse scritte sulla confezione. La crema deve quindi essere ricca di principi attivi, così come l’olio, non contenere petrolati o sostanze alcoliche e vantare un profumo leggero. Queste sono le regole principali per poter contare su un prodotto di qualità, amico della pelle e dei capelli e della salute femminile. La regola interessa anche il contenuto di filtri solari, che deve essere elevato se le creme si propongono per il viso. I filtri devono essere anti UV e anti UVA, minimo al 25 o 30 per proteggere la pelle in città e in vacanza, ma anche per diventare la base perfetta del make up in tutte le stagioni. I filtri non bloccano solamente l’azione dannosa del sole, ma anche quella dell’inquinamento, proteggendo la pelle dai fumi e dalle polveri sottili e quindi evitando che si manifesti un’ossidazione precoce dei tessuti cellulari.