• Ombretto rosso: a chi sta bene?

    Pubblicato il 10/10/2016 nella categoria Makeup

    È uno dei maggiori trend dell’autunno inverno 2016/2017, ma a chi starà bene l’ombretto rosso? Fra make up dall’allure dark e giochi di colore scopriamo la nuova tendenza di stagione.

    Ogni stagione porta con sé dei trend particolari e sembra proprio che il colore must di ombretto per la prossima stagione sia il rosso. Il rosso è un tono audace, spesso impiegato da chi desidera ottenere un tono drammatico nella definizione degli occhi. Il rosso ricorda infatti il colore del sangue, quindi si tratta di una nuance adorata da chi ama l’estetica rock e dark. Ma il rosso proposto per la prossima stagione sa sdoganarsi da questi stili un po’ estremi per entrare nelle trousse di tutte le donne, addolcito da pigmenti che ne smorzano l’effetto sanguigno.

    ombretto-rosso

    Ecco quindi arrivare ombretti rossi carichi e saturi, che non dimenticano di sfumare verso la tinta fragola e di allacciarsi a combinazioni di colori ricercate e dall’anima sofisticata. L’ombretto rosso si lega infatti ad un tono elegante e magnetico come il dorato, dando vita ad una combinazione di colori suadente e che può essere sfoggiata nelle occasioni più particolari.

    È un inno al luxury, la palette di colori che ci aspetta per l’autunno inverno, perché oltre alla proposta dorata, l’ombretto rosso andrà a legarsi con toni dolci del rosa e con variazioni cromatiche che guardano al grigio profondo. Non si tratta di un’ antracite, ma di un grigio perla più intenso, che se impiegato con maestria può dare vita ad un look occhi di grande effetto e piacere cromatico.

    A chi sta bene il colore rosso? Di base l’iride che più beneficia di questa cromia è quella verde, perché l’ombretto rosso sa dare vita ad un effetto molto interessante. Out gli occhi azzurri a meno che non abbiano delle sfumature verdi e ben accetto l’uso di questa nuance con occhi marroni e neri. Esistono dei comandamenti che devono essere rispettati nella stesura dell’ombretto, ovvero l’occhio deve essere assolutamente riposato e in perfetta ‘forma’. No all’impiego se le palpebre sono gonfie o se l’occhio è arrossato perché si rischia un effetto troppo drammatico e sì all’uso dell’ombretto rosso in associazione a tinte più scure, a patto che il contorno occhi sia teso e ben truccato.

    Se si desidera ottenere un effetto dolce è ideale allentare la presa impiegando tocchi di luce perlescenti nell’interno occhio ed evitare l’uso di matite scure quali la nera e la grigia. Meglio optare per un bianco nell’interno della palpebra inferiore che allarga l’occhio e regala luminosità allo sguardo. E ancora, le labbra non devono mai essere nude ma truccate con cura impiegando un gloss colorato. Il lucidalabbra può essere scelto nei toni del rosso, dell’arancione o del rosa pesca evitando di rubare la scena agli occhi e dando vita ad un effetto curato nel complesso del make up. L’ombretto rosso può quindi regalare grandi soddisfazioni ma le accortezze da impiegare sono molte, perché a conti fatti si tratta di una tinta di ombretto che sa regalare risultati molto scenografici e impreziosire in un baleno anche il più anonimo dei look.