• La lavanda: un alleato che pochi conoscono

    Pubblicato il 25/10/2015 nella categoria Bellezza e Benessere

    La lavanda, è una pianta comune nel nostro Paese, dove la specie maggiormente utilizzata e coltivata è la Lavandula officinalis, un’aromatica dai fiori color azzurro lilla e dal profumo intenso. Si tratta di una pianta che è originaria della zona mediterranea, capace però di adattarsi con facilità sia alle temperature rigide che molto calde, quindi facilmente coltivabile in vasi di medie dimensioni o in giardino. La si conosce per lo più per la sua capacità di profumare ambienti e cassetti, ma questa pianta offre soluzioni a tanto altro, soprattutto in campo beauty.

    Profumo inteso che ricorda la bella stagione, quello della lavanda è conosciuto e apprezzato da tanti. Un tempo veniva addirittura utilizzata per creare talismani e pozioni d’amore, ma anche per usi più affini a quelli dei giorni moderni, come profumare un bagno caldo e creare decotti e infusi di bellezza. L’olio essenziale di questa pianta profumata ancora oggi è una delle basi portanti della cosmetica, dove gli viene riconosciuto di giovare alla cute impura sia del viso che del cuoio capelluto. Qui di seguito elenchiamo altre proprietà meno conosciute di questa pianta aromatica tanto preziosa.

    Un rimedio per insonnia , pelle irritata e dolori reumatici? La lavanda

    Vaporizzare un po’ di acqua profumata all’essenza di lavanda sembra abbia effetti benefici sul sonno; ricordiamoci quindi prima di andare a dormire di spruzzarne un po’ sul cuscino e lenzuola, anche nella stanza da letto dei più piccoli. Se il sonno manca invece per motivi di differente natura come dei fastidiosi dolori reumatici, allora può essere utile utilizzarne l’olio essenziale per frizionare le parti del corpo interessate da questo disturbo. Scottature e infiammazioni di varia natura della pelle, possono trovare giovamento dall’azione rinfrescante apportata dalla lavanda. E’sufficente applicarne poche gocce su una falda di cotone, diluite in un po’ dio olio d’oliva per ottenere un unguento idratante e rinfrescante.

    lavanda-bellezza

    Una soluzione per emicrania e raffreddore? Lavanda e bicarbonato

    L’olio essenzialedi lavanda pare abbia proprietà calmanti anche in caso di emicranie, prima di gettarsi a capofitto sulla scatola di analgesici quindi, proviamo a strofinarne qualche goccia su tempie, nuca e polsi. Unita insieme al bicarbonato è un utile alleata per liberare le prime vie aeree in caso di congestione da raffreddore, per la sua azione balsasmica simile a quella svolta dall’eucalipto.

    Fiori essiccati di lavanda per infusi e unguenti

    Se lasciamo essiccare i fiori di lavanda avremo a disposizione un ingrediente fondamentale nella preparazione di unguenti dalle proprietà antiparassitarie, il profumo del fiore infatti è tanto gradevole a noi quanto sgradito alla maggior parte degli insetti (a parte gli impollinatori ovviamente); la pianta infatti odora in modo così inteso per potersi proteggere dalle loro aggressioni. Possiamo realizzare infusi curativi, utili per Il pediluvio o per il lavaggio di ferite. Profumiamo ambienti e armadi riempiendo dei piccoli sacchettini di tela di fiori da mettere nei cassetti. Meno conosciuta è la possibilità di bere l’infuso di fiori di lavanda, che offre propretà rilassanti e calmanti.

    Ricetta tisana rilassante alla lavanda

    In caso di ansia e stress, prepariamo così un infuso rilassante a base di questi fiori preziosi: in 250 ml di acqua bollente aggiungere un cucchiaino da tè di fiori essiccati e bere questa tisana almeno tre volte al giorno. Il sapore è gradevole e lo ancora di più se abbinato a melissa e tiglio; oltre a rilassare, questo infuso ha molte alter qualità: contrasta le infezioni del sistema urinario (addio cistite!) e allevia i dolori mestruali.