• Come mantenere l’abbronzatura al termine dell’estate

    Pubblicato il 27/08/2018 nella categoria Viso e Corpo

    Vi piacerebbe mantenere l’abbronzatura anche dopo la fine dell’estate? A tutte noi è capitato di “lavorare” per tutta l’estate per avere quella bella abbronzatura scura e misteriosa, di impegnarci e stenderci sotto al sole, infaticabili, magari di coricarci su un lettino in spiaggia con lo scopo ben preciso di abbronzarci, e poi, all’improvviso, di dover dire addio all’estate a al nostro bel colorito abbronzato! Le nostre impegnative sessioni di tintarella sono dunque destinate ad essere sprecate in modo irrimediabile?

    Certo che no! Forse non tutti sanno che esistono – e per fortuna, direi – dei metodi efficaci per mantenere l’abbronzatura anche dopo la fine dell’estate, dopo che avrete appeso al chiodo bikini, infradito, pareo e olio abbronzante.

    Ma di quali metodi stiamo parlando esattamente? Scopriamolo insieme!

    Mantenere l’abbronzatura dopo l’estate è possibile con questi rimedi

    Per mantenere una bella abbronzatura anche al rientro in ufficio, non servono miracoli, né spray autoabbronzanti, e neanche lettini per l’abbronzatura. In questo articolo vogliamo segnalarvi diversi modi per avere una bella pelle abbronzata anche in autunno! Ecco quali sono i metodi più efficaci:

    • Crema idratante: idratare la pelle contribuirà a mantenerla morbida e con un colorito uniforme. La pelle secca può infatti causare desquamazione, e ciò può alterare l’aspetto della nostra abbronzatura. Coccolate la vostra pelle con una buona crema idratante, magari una che abbia un buon profumo tropicale (e naturalmente che abbia un buon INCI), e ammirate il risultato!
    • Acqua: bere acqua idrata la pelle sin dall’interno e protegge le nostre cellule, mantenendoci sane e belle. Oltre a bere i classici due litri (almeno) di acqua al giorno, per avere una pelle sana e dal colorito abbronzato sarà utile mangiare le giuste dosi di frutta e verdura, e prediligere alimenti benefici per la pelle come ad esempio le carote, i pomodori, le albicocche, i peperoni e il radicchio.
    • Non esagerare con la doccia bollente: fare bagni e docce calde o bollenti può disidratare la pelle, e ciò causerà pelle secca e conseguente perdita dell’abbronzatura, quindi evitate di fare questo errore, e preferite l’acqua tiepida, in modo che la pelle non si secchi e disidrati.

    Mantenere l’abbronzatura: qualche consiglio utile

    Per finire, per tutte le donne (e naturalmente anche gli uomini) che vogliono prolungare l’effetto dell’abbronzatura, non possiamo che consigliare una buona esfoliazione. Ebbene si, anche in questa fase sarà importante esfoliare la pelle. Le cellule morte possono infatti rendere la pelle più opaca e meno luminosa, quindi è necessario rimuoverle, ma come di certo immaginerete, bisogna fare molta attenzione a non danneggiare l’abbronzatura. Esfoliate quindi con molta delicatezza, magari usando una spugna konjac per il corpo oppure utilizzando dello zucchero di canna, che andrà massaggiato eseguendo dei movimenti circolari e delicati, in modo da rimuovere le cellule morte senza però rovinare la vostra abbronzatura.

    Evitate inoltre di applicare sulla pelle dei prodotti che contengono acido glicolico e acido salicilico, non far schiarire ulteriormente la vostra abbronzatura. Non vi rimane a questo punto che mettere in pratica i nostri semplici consigli, e godervi la vostra pelle abbronzata anche in ufficio!